Spam di Google Analytics: l'esperto Semalt sa come bloccarlo

Google Analytics è influenzato da diversi tipi di spam. Lo spam più comune che colpisce Google Analytics è lo spam di riferimento. Lo spam ha come target diversi account Google in modo casuale ma può anche essere indirizzato a account specifici.

Frank Abagnale, Senior Customer Success Manager di Semalt , dà un'occhiata ai modi per schiacciare lo spam di Google Analytics.

Gli spam vengono creati per una serie di motivi:

a) acquisizione da parte della Commissione

I creatori di spam ricevono spesso commissioni derivanti dall'aumento delle statistiche sul traffico generato dagli spam.

b) Pubblicità

Alcuni creatori di spam utilizzano questi spam per diffondere le proprie ideologie e utilizzarle per la pubblicità in modo che possano raggiungere molti spettatori.

c) Email di hacking

Questi spam vengono utilizzati per hackerare account di posta elettronica che vengono poi venduti ad altri utenti.

d) Diffusione di malware

Per malware si intendono i programmi dannosi utilizzati per ottenere l'accesso non autorizzato ai dati elettronici. Gli spam vengono utilizzati per diffondere tali programmi che possono essere sotto forma di virus o Trojan.

e) Diffondere informazioni falsificate dai CEO per aumentare le vendite

Ci sono stati casi di amministratori delegati che utilizzano spam per creare una falsa impressione di successo inserendo tali informazioni sui siti Web dei loro clienti.

Esistono diversi modi in cui è possibile bloccare gli spam di riferimento, ovvero:

1) Utilizzo di file .htacess

Questo metodo prevede la copia di determinati file nel computer di destinazione e questi file hanno comandi che determinano il funzionamento del server. Questo metodo di blocco degli spam presenta limitazioni che includono:

  • I bot sono selettivi ed evitano i siti in cui sono stati bloccati da questi file .htacess.
  • Bloccare tutti i siti Web (URL) è noioso perché richiede molto tempo.
  • Gli spam vengono inoltre generati su base giornaliera e pertanto diventa difficile tenerli aggiornati.

2) Utilizzo di filtri personalizzati

Il processo può essere sintetizzato nei seguenti semplici passaggi:

Passo 1

Fai clic su Google Analytics sul tuo computer e seleziona l'icona Tutto il traffico seguito dall'opzione Referral.

Passo 2

Il prossimo passo è assicurarsi di aver ordinato il traffico di riferimento con una frequenza di rimbalzo adeguata. La frequenza di rimbalzo consigliata è di alcuni mesi. L'elenco di riferimento definitivo può essere utilizzato per determinare il livello al quale un dominio è interessato dagli spam.

Passaggio 3

Esistono collegamenti che possono essere utilizzati per accedere agli elenchi di referral in caso di difficoltà nell'accesso all'elenco di referral definitivo. Questi collegamenti includono:

I. https://github.com/piwik/referrer-spam-blacklist

II. https://perishablepress.com/4g-ultimate-referrer-blacklist/

III. https://referrerspamblocker.com/blacklist

Passaggio 4

Il passaggio successivo è fare clic sull'icona Amministratore e scegliere l'opzione filtri. Questo è seguito selezionando l'opzione Aggiungi filtro. Questo processo è seguito scegliendo un nome per il filtro e quindi selezionando l'opzione personalizzata come tipo di filtro. Questo è seguito selezionando il pulsante Escludi e selezionando "Sorgente campagna" nel campo filtro. Il passaggio finale consiste nella selezione del modello di filtro.

La limitazione dell'uso di questo mezzo per bloccare lo spam è che è possibile bloccare i dati non intenzionali e che è possibile aggiungere solo dieci domini alla volta.

3) Utilizzo dell'elenco di esclusione da referral

L'altro mezzo per bloccare gli spam è utilizzare gli elenchi di referral. Viene utilizzato su terze parti e autoreferenziali. L'attivazione degli elenchi di referral di esclusione può essere effettuata in tre passaggi.

Passo 1

Seleziona l'opzione Amministratore sull'account Google Analytics e scegli la colonna Proprietà. Questo è seguito selezionando l'opzione di informazioni di tracciamento.

Passo 2

Seleziona l'elenco di esclusione referral e fai clic sul pulsante AGGIUNGI esclusione referral.

Passaggio 3

Seleziona i domini che desideri escludere dal traffico di riferimento.

La limitazione di questo metodo è che l'aggiunta di domini in blocco non è supportata dal sistema.